Immagine1Immagine2Immagine3Immagine4Immagine5
venerdì 22 settembre 2017
»Home
[carattere normale] [carattere grande] facebook Youtube Twitter
Italiano   English   

Siete su: Home » Servizi Sovracomunali » SUAPE

Tramite la piattaforma Sardegnasuap oltre alle pratiche degli impianti produttivi, anche l’edilizia privata


AMBITO DI APPLICAZIONE.
A) Procedimenti amministrativi inerenti alle attività economiche e produttive di beni e servizi e ai procedimenti amministrativi concernenti la realizzazione, l'ampliamento, la cessazione, la riattivazione, la localizzazione e la rilocalizzazione di impianti produttivi ivi compresi quelli di cui al decreto legislativo 26 marzo 2010, n. 59. Si intendono tutti i procedimenti amministrativi riguardanti qualsiasi adempimento a carico di un’attività economica e produttiva di beni e servizi, per qualsiasi vicenda connessa con l’attività che intervenga prima del suo avvio, durante il suo corso e fino alla sua cessazione definitiva.
B) Procedimenti amministrativi riguardanti l'intervento edilizio, compresi gli interventi di trasformazione del territorio ad iniziativa privata e gli interventi sugli edifici esistenti. si intendono tutti i procedimenti amministrativi riguardanti qualsiasi tipologia di intervento edilizio o di trasformazione del territorio ad iniziativa privata, tanto nel caso in cui essa sia posta in 5 essere da un soggetto esercente un’attività produttiva di beni e servizi quanto da un altro soggetto privato.
C) Procedimenti amministrativi riguardanti le manifestazioni o eventi sportivi o eventi culturali di pubblico spettacolo” si intendono quelli connessi ad un’attività economica e produttiva di beni e servizi.
Tra le attività economiche e produttive sono da ricomprendere anche quelle svolte in forma non imprenditoriale o professionale, purché ricadenti nella definizione di cui all’art. 2 : “Tutte le attività economiche private non salariate aventi normalmente quale corrispettivo una forma di retribuzione, che comprendono in particolare quelle di carattere industriale, commerciale, artigianale e delle libere professioni.”
 
PROCEDIMENTI AUTOCERTIFICATI
Il procedimento in autocertificazione si applica a tutti i casi in cui la verifica di conformità della dichiarazione autocertificativa non comporti alcuna valutazione discrezionale da parte dei soggetti coinvolti e non sia necessaria l'adozione di provvedimenti amministrativi formali imposti dalla normativa dell’Unione Europea.
Per tutti i procedimenti in autocertificazione, la ricevuta automatica di cui all'art. 31, commi 7 e 8 della Legge, unitamente alla dichiarazione autocertificativa ed ai suoi allegati, costituisce, a decorrere dalla data di presentazione della dichiarazione autocertificativa, titolo abilitativo unico per l'effettuazione dell'intervento
Procedimento in autocertificazione a 20 giorni: per i soli casi di interventi edilizi soggetti a permesso di costruire e per quelli soggetti alla procedura abilitativa semplificata (PAS) di cui all'art. 6 del D.Lgs. 28/2011, l’intervento può essere avviato trascorsi venti giorni solari dalla data di presentazione della dichiarazione autocertificativa;
Procedimento in autocertificazione a 0 giorni: in tutti gli altri casi, l’intervento può essere avviato sin dalla data di presentazione della dichiarazione autocertificativa.
 
PROCEDIMENTO IN CONFERENZA DI SERVIZI
E’ sempre obbligatoria l’indizione di una conferenza di servizi, da svolgere di norma in forma semplificata ed in modalità asincrona di cui all’art. 14 bis 14/bis della Legge n° 241 del 07.08.1990, nei seguenti casi:
a) quando la verifica di conformità della dichiarazione autocertificativa comporti valutazioni discrezionali da parte della pubblica amministrazione, in particolare per i profili attinenti alla difesa nazionale e alla pubblica sicurezza, ai vincoli paesaggistici, storico-artistici, archeologici e idrogeologici, alla tutela ambientale, alla tutela della salute e della pubblica incolumità;
b) quando la normativa dell'Unione europea imponga l'adozione di provvedimenti amministrativi formali.
 
Sanatorie edilizie. I procedimenti di accertamento di conformità e di sanatoria in genere sono esclusi dalle disposizioni sul procedimento unico di cui agli articoli 31 e seguenti della L.R. 24/2016. Per essi non trovano applicazione il procedimento in autocertificazione e quello in conferenza di servizi previsti per le pratiche ordinarie SUAPE. Per i procedimenti di sanatoria, l’istanza deve essere presentata comunque tramite piattaforma Sardegnasuap e deve comprendere l’acquisizione contestuale di tutti i titoli abilitativi necessari per la completa regolarizzazione dell’immobile realizzato in assenza o in difformità dal titolo abilitativo
 
COME PRESENTARE LA PRATICA.
La pratica va presentata esclusivamente in forma telematica. E’ prevista l’irricevibilità della pratiche trasmesse in forma cartacea.
 
PIATTAFORMA SARDEGNASUAP. Restano valide le credenziali già utilizzate con la piattaforma Sardegnasuap. Informazioni e accreditamenti sul sito http://www.sardegnaimpresa.eu/it/contattaci
Per tutte le pratiche sarà necessario dotarsi di PEC e firma digitale o delegare i procedimenti con procura speciale alla firma e/o alla trasmissione di cui al modello F15.
 
MODULISTICA . La nuova DUA – Dichiarazione Unica Autocertificativa – e tutta la modulistica aggiornata è disponibile nel sito http://servizi.sardegnasuap.it/cittadino/informazioniCittMA.htm?method=modulistica
DIRITTI DI ISTRUTTORIA. si possono versare, secondo l'importo di cui alla tabella allegata, tramite conto corrente postale n.IT83G0760117200000012529079 oppure tramite bonifico bancario all'IBAN Bando di Sardegna IT66G0101587630000000000473, intestato a Comune di Tula. Inviare quindi la copia del versamento insieme alla pratica.
Per le marche da bollo necessarie per le DUA che prevedono conferenze di servizi, secondo la circolare del Ministero dello Sviluppo Economico del 28.09.2011 "gli imprenditori sono tenuti ad inserire nella domanda i numeri identificativi delle marche da bollo utilizzate, nonché ad annullare le stesse, conservandone gli originali". Tramite il modello F32 vanno indicati i codici di n. 2 marche.
INFORMAZIONI
Informazioni, assistenza o chiarimenti si possono chiedere all'indirizzo mail idm@regione.sardegna.it - tel. 070 2796325 o per l’assistenza tecnica assistenza.suap@sardegnait.it tel. 070 2796339..